Cicciabella

Mica facile trovare il regalo di Natale per la Zampetta!

O meglio, il regalo era già deciso, un bambolotto tipo Cicciobello. Ma NON proprio quello!

Cicciobello è un enorme bambolotto plasticoso, costoso, brutto e non adatto ad una bambina di 2 anni e mzzo. Cosi’ hanno deciso i suoi genitori, cioe’ noi e quindi ci siamo (la mamma soprattutto) messi alla ricerca di qualcosa di adatto: una bella bambola che doveva essere: piu’ piccola di cicciobello ( che ha le dimensioni di un neonato reali), piu’ bella, con dei tratti e una qualità migliore, lavabile visto che alla zampetta piace tanto fare il bagnetto e farlo fare alle bambole, con degli accessori, con dei vestiti e insomma, una serie notevole di caratteristiche che si trovavano solo in un paio di marche straniere e introvabili.

Alla fine ce l’abbiamo fatta e per Natale Zampetta ha trovato questa bambola come regalo: 30 cm, lavabile, buona qualità fattezze decenti, vestitini e accessori. Si chiama Tidoo,  marca Corolle .

Alla zampetta piace, ci gioca, è contenta e non si è fatta troppi problemi a battezzarla fin da subito… Cicciabella!

Annunci

Amanda: new look!

E’ venerdi e torno a casa dal lavoro nella Grande Città.

A casa mi aspettano la mamma e la Zampetta anche se lei stasera starà già facendo la nanna quando arriverò a casa.

Mi piace sempre il “ritorno”.

E a volte mi piace fare il piccolo babbo natale, portare dei regalini. O forse chi lo sa, in qualche modo è un modo di scusarmi con le bimbe che sono a casa della mia assenza.

Va beh, fatto sta che da un paio di settimane sono incerto se portare un certo regalo alla Zampetta.

Vi ricordate Amanda ? Per lungo tempo è stata la bambola preferita di Zampetta e ancora oggi viaggia ai primi posti della classifica. E poi ci ha accompagnato nei nostri viaggi e insomma, c’e’ un affetto particolare. Ebbene, Amanda è cambiata, hanno fatto la “versione 2011 primavera-estate”. Oddio, è brutto dire così… ma è proprio così

Eccola qui: via la giacchettina rossa per uan camicetta, via i jeans per una gonnellina.

Carina eh…. pero’… che effetto farà a Zampetta?

Sarà sempre la sua Amanda? Sarà “un’altra”?

Sono stato incerto se prenderla oppure no.

Domani Zampetta la vedrà… aspettiamo reazioni…

Festa del papà

Fra una cosa e l’altra ho festeggiato la mia seconda festa del papà e anche se non è che ritenga sia una ricorrenza determinante, fa sempre piacere che la tua bimba ti faccia il regalino.

Oddio, non è andata proprio liscia la cosa eh…

La vado a prendere all’asilo con la nonna e la maestra Maura con un tatto inglese se ne esce con un “ecco fatto, è venuto a prenderti il babbo. e adesso come facciamo? babbo, vai via e fai venire la nonna!”

Ecco, alla faccia della pedagogia moderna.

Va beh, tutta questa storia per non farmi vedere il regalino che comunque ho avuto una volta arrivato a casa: un sasso colorato dalla Zampetta. Bello e fatto con il cuore.

“Zampetta, grazie, è per il babbo questo?

“No”

Beccati questo babbo!

Dov’è la mia bici?

Bella eh! E’ la mia nuova bici. Me l’hanno regalata il babbo e la mamma per Natale. No, effettivamente non ne avevo ancora parlato nonostante sia passato un bel po’ di tempo da Natale perché è successa una cosa strana.

In pratica questo è stato l’ultimo regalo che ho aperto: me lo hanno dato addirittura nel pomeriggio. Non so, forse era troppo grande, era in ritardo Babbo Natale, non so. Oppure volevano solo fare il gran finale.

Vabbe’, insomma, un paccone più grande di me ricoperto con una carta con le renne rosse (orrenda a dire la verità). Lo apro e dentro che cosa ti vado a trovare? Una bicicletta senza pedali, di legno, color verde acido (trendy e molto femminile). Bella, proprio bella.

Sono proprio contenta e infatti mi faccio ben capire che voglio salirci. Il babbo mi mette su ma è un problema andarci visto che non tocco terra con i piedini…

Comunque un particolare trascurabile, mi sarei adattata in qualche modo. Fatto sta che dopo pochi minuti la mia bella bici era già sparita e anche adesso, nonostante la casa non abbia più segreti per me, non riesco a trovarla da nessuna parte.

Non vorrei che fosse piaciuta troppo a Babbo Natale e che si sia pentito di avermela lasciata. Oppure vuoi vedere che ha a che fare con il fatto che non tocco ancora per terra con i piedi?

Comunque sono convinta, vedrete che quando le giornate si faranno belle, la primavera sarà alle porte e io sarò cresciuta di qualche centimetro, la mia bella bicicletta comparirà di nuovo!

Troppe cose

Si, stanno succedendo tante cose e non c’è il tempo per scriverle tutte. E allora, vai col riassunto!

1. Il 19 marzo è stata la mia prima Festa del papà. Devo dire che nonostante non apprezzi le feste di questo tipo, mi ha dato un po’ di emozione, lo confesso, e ancora di più quando, la sera, tornato a casa, mi aspettava un bel regalo della Zampetta: un portachiavi con l’impronta del suo ditino!

2.  In quegli stessi giorni (18-19) Zampetta si cimentava con le prime e soddisfacenti gattonate. Dobbiamo stare attenti perché la piccola esploratrice ci sta prendendo gusto e si lancia in galoppate anche di metà salotto!

3. Ad una sola settimana da primo, anche il secondo dentino vuole uscire allo scoperto. Non ci siamo ancora ufficialmente, ma la strada è ormai aperta.

4. Purtroppo questi entusiasmi sono stati smorzati dalla malattia di Z.: un tremendo virus intestinale che non fa dormire nessuno da 2 giorni. Il babbo è un cadavere, la mamma uno zombi e la povera Zampetta si lamenta per 24 ore, ha la febbre e fa una cacca fantasmagorica. Speriamo che le passi presto, povera!