Cena per due

Milu’ prende un po’ di latte e il cane Giulio sgranocchia crocchette.

Chi l’ha detto che cani e gatti non vanno d’accordo?

Annunci

Zampetta e Milù, pelo e coperte

“Adesso andiamo a casa eh…”
“Nanna”
“Eh si, è l’ora della nanna adesso”
“Cuperte”
“Certo, ti metto le coperte”
“Bubu’ no coperte”
“No, Milu’ non ha bisogno delle coperte… ha il pelo!”
“Anna no!”
“No, Anna non ha il pelo, per questo ti metto le coperte”
“Pecchè?”

Perchè Zampetta non ha il pelo? Forza, spiegatelo voi a una bimba dueenne!

Bubu’

La Zampetta parla che è un piacere, soprattutto in questi giorni comincia a mettere in fila soggetto – verbo – e anche qualcos’altro. Ogni tanto declina i verbi nella maniera corretta e insomma, la via della lingua materna è ormai tracciata.

Fra l’altro è bravissima perchè ripete ogni parola e cerca di associarla alla cosa, all’evento, all’azione.

Ma allora mi chiedo: perchè se parli bene, dici le lettere correttamente (quasi tutte), ripeti quello che dicono tutti, perchè la nostra Milù è sempre Bubù?

Il buttafuori

Sembra difficile per Milu’ capire il concetto di esilio e come è normale ce la ritroviamo miagolante a chiedere cibo e copertine morbidose.

A Zampetta piace Milu’ da sempre. La affascina, la vuole carezzare. E Milu’ mica ci pensa: semi selvatica com’e’, anche troppo se ti degna di uno sguardo, figuriamoci se da’ confidenza a questo esserino che si è preso una buona parte della casa e tutte le attenzioni di questi due bipedi!

Ma Zampetta adesso ha un’arma: si muove gattonando e da quando ha cominciato a realizzare che poteva ANDARE da Milu’ si è scatenata un’autentica caccia al gatto.

Fatica, gattona, fatica, gattona. Raggiungo Milu’. Sorriso soddisfatto. Milu’ scappa. Fatica, gattona, fatica, gattona, raggiungo Milu’. Sorriso soddisfatto.

Per chilometri, salotto, cucina, corridoio, instancabilie,  finche’ Milu’, prima spaesata poi quasi impaurita da questa bambina si è diretta verso il portone e ha comincaito a miagolare.

“Povera cara, non dirmi che vuoi uscire”…”. Ho apertto e lei è fuggita. Con un po’ di delusione di zampetta ma con mio piacere. L’editto è stato fatto rispettare dalla mia buttafuori involontaria.

L’editto

A.D. MMX – Villacamomilla

Io sottoscritto Mr.Cap, re e signore di Villacamomilla,

prese in esame le schiaccianti prove a suo carico,

ascoltata la difesa,

tenuto in conto dell’accusa,

DICHIARA

la gatta Milu’

COLPEVOLE

dei seguenti crimini:

1. mangiucchiamento di involtino di pollo destinato alle Nostre Maestà

2. leccamento di baffi (a causa del suddetto mangiucchiamento)

3.  apprezzamento e ostentazione senza rimorso alcuno

In virtù della provata colpevolezza della gatta Milu’ ordina l’

ESILIO

dalle nostre terre, dalla nostra casa, la confisca della lettiera, delle crocchette e delle copertine morbidose in usufrutto alla suddetta gatta.

Firmato

Mr.Cap