Vigilia insana

In ogni caso saranno giorni da ricordare. Zampetta che si ammala e passa 5 giorni in casa fra babbo e nonni e appena sta un po’ meglio ecco che si ritrova in mezzo al Natale.

Sera della vigilia dalla Nonna Giuliana.

La Nonna Giuliana è una salutista: sempre verdura, sempre frutta, dolci si ma senza zucchero, senza burro, senza uova. Si mangia senza sale, poco olio, e insomma, bene, abbondante ma assolutamente sano!

Ma la sera del 24 dicembre si crea una sorta di buco spaziale dove le regole non contano e armata di latte di olio e padella bollente, alle 4 del pomeriggio comincia a friggere: e giu’ di fritelle di carciofi, di gobbi, di sedano, di baccala’, vuote… una fucina, una friggitoria, un calderone bollente.

E la sera ovviamente ci si tuffa in questo mare di grassi per recuperare una anno di verdura lessa. Se chiedete spiegazioni dice che è la tradizione… mah?

Annunci