Il tempo delle trecce

trecce zampetta

Per Zampetta i capelli sempre più lunghi sono intoccabili.

Ma danno anche fastidio.

E allora questo è il tempo delle trecce!

 

Annunci

Perché mia mamma non lo sapeva?

Quando ero piccola mi piaceva fare il bagnetto, del resto ho tuttora un buon rapporto con la vasca da bagno e in generale con gli ammolli. Però ho un ricordo che ancora mi inquieta, e cioè il momento del lavaggio dei capelli e successiva pettinatura. Anche io, come Zampetta, avevo i riccioli e, si sa, i riccioli sono belli tanto quanto sono ricettacoli di nodi. Piangevo. Prima per l’acqua (hai voglia di usare le visiere!), che alla fine ero riuscita parzialmente a domare tenedo la testa così indietro che se tirava un po’ di vento mi tirava giù. Poi, bisognava strigliare per bene. Una tortura vera e propria, un’insofferenza totale. Non volendo ripercorrere quelle esperienze da Santa Inquisizione con Zampetta mi sono informata, ho chiesto qui e lì e anche nel forum di mamme che frequento, alla ricerca dell’antidoto al dolore da capelli tirati, maltrattati, domati a forza. Soluzione: usare olio di semi di lino. Facile, ne va messa una goccia, una quantità quasi ridicola, alla fine del lavaggio, quindi passare il pettine. I capelli scivolano lucidi sotto la dentallatura dell’attrezzo infernale da tortura… e Zampetta non si accorge di nulla.Mi chiedo se una trentina di anni fa non esistesse l’olio di semi di lino… o più probabilmente non esistesse la possibilità di informarsi come si può fare adesso, ma sono contenta di avere evitato almeno questo patimento che ho a lungo sofferto!

Ma sono originali?

Lo zio Daniele ha una vera e propria venerazione per Zampetta. E pensare che a lui non piacciono nenache i bambini… ma Zampetta! Ci scherza, fa il buffone, gli presta i pelouches che sono nella sua camera (di quando era bambino o regali di fidanzate passate), e se la spupazzarebbe tutta.

Ieri siamo andati a trovarlo, lui la ammira con stupore e ad un certo punto se ne esce con:

“Ma sono originali?”

… rimango interdetto…

“Si, i capelli. Sono originali?”

(I capelli originali? Zio cosa stai dicendo?)

“Cioè, voglio dire, sono quelli che aveva quand’era nata e non li avete mai tagliati?”

Ma certo!

Zampetta è nata con 2 peli in testa. Poi li ha persi e per lungo tempo è stata praticamente senza capelli. Poi, piano piano, timidamente, sono spuntati i primi peli, prima rossicci e poi biondi biondi. Hanno cominciato ad allungarsi: 1 millimetro, 2, 3 e poi, come per paura di osare troppo, hanno cominciato a curvare e ad arricciarsi.

Ad oggi Zampetta ha la testa piena di ricci, non boccoli, eh! Ricci ricci come quelli di un bambino di colore. Solo che sono biondi, chiari chiari.

Cara Zampetta, chissà come ti verranno crescendo…

Monoricciolo addio

Zampetta ha avuto sempre pochi capelli: è nata con una piccola peluria rossastra in testa che poi ha gradualmente perso e sostituito con pochi peli biondi.

Ad un certo punto, mesi dopo, è comparso un unico, solitario ricciolo proprio lassu’ in cima alla testa: il monoricciolo appunto. Una protuberanza anche un po’ ridicola se vogliamo ma che ha caratterizzato i mesi successivi della storia capellifera della Zampetta.

Fino ad oggi quando mi sono reso conto che ormai siamo in possesso di una (relativamente) folta capigliatura e in fase di asciugatura capelli si ergono maestosi e orgogliosi anche 3,4,5 riccioli addirittura!

Addio monoricciolo, adesso non sei più solo!

Pochi ma buoni

Di capelli Zampetta ne ha sempre avuti pochi: al momento del parto giusto un accenno di peluria, praticamente una testa pulita rispetto alle folte chiome che si vedevano in giro nel reparto maternità.

Poi, complice il fatto che nei primi mesi si perdono e il fatto che il colore era molto chiaro, biondo biondo rossiccio, l’effetto era una incrocio fra palla da biliardo e palla da tennis.

Adesso, a quasi sette mesi, i radi capelli di Zampetta stanno crescendo e prendendo consistenza in un effetto che trovo divertente: una specie di banana solitaria al centro della testa!

Sicuro che poi avrà una bellissima chioma anche se non si sa bene di quale colore (biondo, rosso, carota…) ma per adesso…