Il rito

Alla sera, ad un orario tutto sommato poco variabile, si ripresenta puntuale il rito del bagnetto.

Protagonisti: babbo, mamma e Zampetta.

Svolgimento: si comincia con la lezione di dizione. Zampetta sdraiata sul mobile del bagno adattato a fasciatoio e i due genitori sopra di lei che scandiscono bene le parole e aspettano fiduciosi risposte articolate.

“Mam – ma…”

“aaaaaeeeeeeeeaaaaaaaa….”

“Brava Zampetta!”

“Booo – boo (l’orsetto) ”

“oooooooeeeeeoooooo…”

“Bravissima!|”

“Ba – bbo”

Sorriso. Ma che bello che sorride! Riproviamo: “Ba – bbo”

“Cogh! (Tosse)”. No, dai, ultima volta: “Baaaaa – bbboooo”.

Tira fuori la lingua! Va bene, non importa. Passiamo alla seconda fase. La mamma riempie la vaschetta con l’acqua alla temperatura giusta, la tartarughina come termometro e i sali rilassanti per la pelle delicata del bambino. Il babbo invece spoglia Zampetta parlandole variamente e imprecando silenziosamente perchè le manine non passano dalla maglietta, perchè Zampetta scalcia troppo e non sta ferma, perchè la testa è troppo grossa e non ci passa e lei odia quando passiamo la testa dalla maglietta. Dopo 15 minuti estenuanti la Zampetta è ingnuda finalmente e pronta per essere posata nell’acqua.

A Zampetta piace il bagnetto e piace l’acqua e a mia memoria soltanto una volta ci ha fatto faticare. Per il resto ci ascolta mentre le parliamo, il babbo che la tiene, la mamma che la insapona delicatamente. Anche noi naturalmente facciamo il bagnetto con lei visto che nemmeno in acqua sta ferma e scalciando con i piedini ciaff riesce ad inzupparci.

Alla fine la mamma si presenta con l’accappatoio e il babbo la tira su come un pesce fresco appena pescato. Ed è a questo punto che piagnucola più spesso… sembra quasi che voglia ancora rimanere in quel posticino calduccio e avvolgente che è la vaschetta del bagnetto.

Da lì in poi è nelle mani della mamma che la asciuga, le pulisce il nasino, la idrata con l’olio e tutte quelle attenzioni che si devono dare ad un cucciolo.

E da qui comincia la serata tranquilla (si spera) con una bella quantità di latte e una ancora più grande quantità di sonno per tutti, Zampetta e genitori!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...